Matteo Salvini e la tecnica del dimenticare il passato

355

Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto, chi ha dato, ha dato, ha dato, scurdámmoce ‘o ppassato, simmo ‘e Napule paisá!” Chi è di Napoli conosce la celebre canzone di Peppino Fiorelli. Ecco, Matteo Salvini sta usando – paradossalmente – una canzone dei napoletani “colerosi” e “terremotati” (cit. Salvini, fonte qui) nella sua scalata al potere.

Matteo Salvini, il più votato della Lega Nord alle Europee 2014
Matteo Salvini, il più votato della Lega Nord alle Europee 2014

 

Qualcuno gli ricorda gli scandali della Lega Nord? È “preistoria”. Qualcuno gli ricorda che la Lega Nord ha governato diversi anni senza risolvere i problemi su cui Salvini sta puntando? Non ci si può attaccare al passato, a detta del leader del Carroccio.

 

Ecco, questo bisognerebbe ricordare a Salvini: e che, se volesse davvero presentarsi come capo del centro-destra, deve chiedere scusa ai napoletani per quel coro becero e scusa a tutti gli italiani per non aver risolto i problemi quando la Lega era al governo e per il caso Belsito. Solo così – forse – risulterebbe un po’ più credibile. Forse, però.

 

Lascia un commento

-ADV-