Comunicazione del M5S: in tv va solo chi sa starci

418

Ormai è chiara anche ai non addetti ai lavori la svolta comunicativa all’interno del Movimento 5 Stelle. Una svolta che era nell’aria. Dopo lo stop alle apparizioni in tv che, oltre ad aver generato malumori, aveva praticamente reso inesistente il movimento a chi si informa solo dalla televisione, adesso in tv va solo chi sa starci. Chi è carismatico. Chi non cade in gaffe grossolano.

 

Beppe Grillo fonte foto: Wikipedia - Niccolò Caranti
Beppe Grillo fonte foto: Wikipedia – Niccolò Caranti

Ciò non vuol dire che vadano solo quelli del famigerato direttorio, ma non di rado è possibile trovare, ad esempio, Barbara Lezzi (apprezzata anche da Bruno Vespa, fra l’altro) a “Porta a Porta”. Fra i nomi, oltre alla Senatrice, figurano ovviamente Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio, due dei personaggi più in vista all’interno del Movimento. Insomma, persone che riescono a tenere testa agli altri politici. Un po’ la stessa tecnica della Lega Nord, dove, dietro a Salvini e Buonanno, non c’è ancora nessuno così penetrante.

 

Una tattica comunicativa sicuramente interessante e da tenere d’occhio, soprattutto se dovesse riuscire ad ottenere risultati soddisfacenti. Tattica che il PD sembra non voler adottare dato che spesso le “facce” in tv del partito di Renzi sono sempre diverse.

Lascia un commento

-ADV-