Come organizzare una campagna elettorale

304

Non sempre chi si propone come candidato alle elezioni sa quali sono i passi da fare una volta presa la decisione di entrare nella competizione elettorale. Non tutti sanno come organizzare una campagna elettorale.

Per la verità questa incertezza o insicurezza è vissuta soprattuto dai candidati alle elezioni comunali di paesi con un piccolo numero di abitanti o che comunque non superano i 10/15.000. In queste realtà non sempre esiste un vero e proprio staff che segue il candidato, e sopratutto uno staff competente e preparato che possa consigliarlo e sostenerlo fattivamente.

Nei comuni più grandi, dove spesso i nomi dei candidati sono frutto di una selezione tra “big” della politica locale (se non regionale o addirittura nazionale) è più facile trovare una struttura a sostegno del candidato già ben oleata e rodata.

In questi anni abbiamo lavorato al fianco di diversi candidati, supportato (e sopportato, :D) diverse campagne elettorali e spesso la prima domanda che ci è stata posta è la seguente: come possiamo organizzare una campagna elettorale?

Partire prima e non copiare

Partire prima degli avversari è indubbiamente un vantaggio. Non è detto che poi chi parte prima vinca di sicuro, ma comunque costringe gli altri a darsi da fare per recuperare il vantaggio e a sudare di più. Inoltre chi parte prima ha un pò di tempo per gestire le cose senza troppo stress approfittando del temporaneo vantaggio. Altro punto a favore di chi parte prima è quello di non avere la possibilità di copiare l’avversario in qualche modo. Saranno gli altri a copiare, casomai.

Scegliere bene lo Staff

Come già spiegato nell’articolo marketing politico: 10 consigli per i candidati alle prossime elezioni, organizzare una campagna elettorale sembra semplice ma non lo è affatto. E’ opportuno, quindi, valutare l’opportunità di affidarsi a uno staff di professionisti in comunicazione politica. Attenzione però a scegliere bene i tuoi compagni di viaggio.
Scegli consulenti con una vasta esperienza alle spalle e un campaign manager che ottimizzi le risorse finanziarie e valorizzi il candidato (tu) e lo staff stesso.

Definire una strategia

Insieme allo staff definisci una strategia di comunicazione con i media: cosa dire, chi lo dice, quando e su quali canali. Evitate di usare slogan banali e inflazionati del tipo “prima di tutto!”

Non inseguite mai i messaggi dei competitors. Siate originali e innovativi e non date nulla per scontato.

Infine…

Organizzare una campagna elettorale costa, ne abbiamo parlato nell’articolo a proposito di quanto costa uno spin doctor, per cui ragiona su come raccogliere contributi per finanziare la propaganda elettorale.
Ci saranno momenti di nervosismo, tensione e ansia sia da parte tua che del tuo staff. Impara a gestire questi momenti e a rassicurare chi ti sta intorno.

Ah dimenticavo: la mattina svegliati prima degli altri!

Hai qualche domanda specifica o dubbi? Scrivici!

Lascia un commento

-ADV-